Comunicazione tecnica, una competenza chiave

Nella mia esperienza non sono molte le organizzazioni che investono per la formazione sulla comunicazione tecnica. Ai corsi di formazione formatori, public speaking o di scrittura aziendale, ho avuto molti partecipanti commerciali ma molto più raramente un tecnico o una esperta di sviluppo prodotti.

Un caso storico

L’immagine di questo post ricorda un episodio che è diventato una case history sugli effetti di una insufficiente comunicazione tecnica. Nel 1983 la Coleco  Corporation lancio un bel home computer, con un prezzo molto competitivo (tutto relativamente all’epoca), le vendite andarono benissimo e … perse 35 milioni di dollari in un quadrimestre.

Che diavolo era successo? Semplice le istruzioni erano pessime e i clienti non capivano come utilizzare la macchina e la restituiviano.

Al di là del fatto che oggi, se si eliminassero i tutorial di youtube, poterebbe andare peggio, è raro che si ragioni sul valore enorme che possono avere alcune comunicazioni tecniche. Possono determinare il successo o l’insuccesso di un prodotto o salvare molte vite.

Negli ultimi dieci anni la situazione si è ulteriormente aggravata. A seguito del tagli dei costi e dei tempi, per la presentazione di un nuovo software, una nuova molecola, un nuovo apparato meccanico, non è frequente che venga coinvolta un’agenzia, un formatore o una persona capace di parlare in pubblico, .

Spesso chi ha sviluppato un’applicazione, un servizio o un prodotto, è costretta/o a presentare i risultati del suo lavoro, a fare formazione ai colleghi o a scrivere le istruzioni per il cliente finale. Se ha un talento naturale per la comunicazione tecnica va tutto bene. Se non ce l’ha, e magari ha scelto una carriera tecnica giusto per assecondare un carattere un po’ schivo, son dolori.

Chi ha inventato qualcosa e come premio riceve quello che meno desidera al mondo ovvero parlare in pubblico, non è felice. Per chi ascolta può andare anche peggio: rischia la noia,  l’incomprensione o peggio, è preso dall’ansia per dover spiegare di lì a poco ai suoi clienti qualcosa che non ha capito.

Istruzioni e retorica

Le competenze sulla comunicazione tecnica possono influenzare anche delle semplici istruzioni. Ad esempio, le prime tre immagini di qualunque manuale IKEA potrebbero essere verbalizzate così:

Versione informativa

  • Non sollevare gli articoli pesanti da solo
  • Appoggia gli articoli su una superficie protettiva durante il montaggio
  • Chiama se hai dei dubbi

Versione Retorica

  • Previeni gli infortuni

Non sollevare gli articoli pesanti da solo

  • Proteggi mobili e pavimenti

Appoggia gli articoli su una superficie protettiva durante il montaggio

  • Siamo a tua disposizione

Chiama se hai dei dubbi

Per chi si occupa professionalmente di comunicazione è abbastanza ovvio che aggiungere una motivazione a una serie di istruzioni rende la comunicazione più efficace.

Al contrario, un tecnico, per quanto brillante, può legittimamente ignorarlo. Non è questa la sua materia.

Sulla comunicazione tecnica scritta comunque ci sono molte possibilità di controllo, di copiare, di chiedere a un collega ma, quando si sta davanti a tutti, le cose si complicano. I problemi di linguaggio si sommano alla necessità di semplificare per comunicare a persone che hanno altre competenze. Per non parlare della necessità di persuadere il pubblico ad adottare una certa soluzione, necessità che il più delle volte viene semplicemente.

Soluzioni per migliorare la comunicazione tecnica? sono tante, di durata contenuta e facili da implementare.

Personalmente ho avuto grandi soddisfazioni formando dei tecnici a parlare in pubblico, a tutti fa piacere sapere cosa è meglio fare.

In sintesi, anche se sei una tecnico, un esperto, uno sviluppatore di applicazioni, ecc. vale la pena investire del tempo per accrescere la propria capacità di parlare in pubblico, allearsi con la propria ansia e … divertirsi. Quindi se vuoi provare un breve percorso con me scrivimi. Se no puoi sempre leggere il mio manuale dove ho condensato ormai trent’anni vissuti spesso DAVANTI A TUTTI.

#parlaredavantiatutti, #publicspeaking #formatorionline

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *