Trainers, our moment is now!

Formatori, il nostro momento è adesso!

Più passa il tempo più me ne convinco e ripeto: il nostro momento è adesso!

Come tutti sono stato investito da un treno ad alta velocità. Le misure restrittive imposte a causa del Covid 19 si sono schiantate con violenza sulla mia agenda, su quella di mio figlio che fa la guida, sulle aule di mia moglie anche lei formatrice e mia figlia, insegnante, è stata da subito impegnata nel grande trasloco all’online.

Siccome non so rimanere inattivo, mentre ascoltavo i discorsi da bordo piscina dei filosofi di turno (oggi in gran spolvero) che vaneggiavano di “tempo dilatato”, “di pausa riflessiva ” e altre amenità di questo tipo, mi sono tenuto occupato realizzando dei webinar gratuiti e dei corsi di formazione per i colleghi privi di esperienza in questo campo. Successivamente un Happy Hour online a cui hanno partecipato tante persone di diverse provenienze geografiche. In questi strani aperitivi ragioniamo periodicamente su quello che sta succedendo, quello che succederà e ci diamo supporto a vicenda. Una bellissima esperienza che mi ha aiutato  a pensare al futuro in termini strategici. Per una volta non scriverò un post un po’ astratto sulle tecniche di formazione formatori o di Public Speaking, ma sul futuro della nostra professione.

Una cosa mi è chiara: qualcosa è stabilmente cambiato

Molte aziende, anche le meno tecnologiche, si sono rese conto che devono abilitarsi per il lavoro in remoto o per lo smart working per non soccombere ad un ritorno di fiamma di questa o quella epidemia. Qualche abile collega ha dimostrato che si possono fare tante tipologie di corsi webinar efficaci, coinvolgenti e anche divertenti. Magari nel prossimo periodo si passerà anche dal remote working allo smart working, ma non andiamo troppo avanti.

In ogni caso credo che un cambiamento epocale sia già avvenuto

Quando sento qualcuno dire: “quando ci sarà un ritorno alla normalità …“, pensando che tutto tornerà come era prima, ho la certezza che stia sognando.

Il nostro compito come formatori è rendere questo cambiamento:

  • Veloce,

  • Efficace,

  • Indolore,

Veloce, la maggior parte delle aziende avranno pochi mesi per provare a restare sul mercato

Efficace, la qualità che c’era deve essere riguadagnata prima e superata poi, il mercato mondiale sarà ancora più competitivo

Indolore, è stato un periodo duro per tantissimi, non si può pensare di ottenere l’adesione a nuove modalità di lavoro con sole manovre direttive o peggio coercitive

Chi sono le persone incaricate di rendere i cambiamenti efficaci e indolori nelle aziende? Siamo noi formatori, come lo sono gli insegnanti per la scuola. Abbiamo il compito, in tempi minimi, di diventare esperti di webinar e di altri tipi di formazione a distanza. Non come un surrogato della “cosa bella” , li dobbiamo rendere La cosa bella.   Certo, (per fortuna) non tutto è travasabile sul web e l’aula sarà ancora il luogo del contatto, ma non l’esclusivo luogo di socializzazione profonda. Questo cambiamento da nessuno desiderato, ma da tutti subito, può e deve essere l’occasione non per chiudersi in casa, ma per provare ad azzerare le distanze con i clienti, i fornitori, i colleghi di altri paesi e per azzerare il gap temporale con cui l’innovazione spesso arriva in Italia.

Se saremo bravi, se ragioniamo oggi su quello che servirà tra pochi giorni, se le aziende sposeranno quello che ci chiedono di dire hai partecipanti: “ogni cambiamento può aprire delle opportunità”.

Quindi il mio messaggio è: oggi è il momento della formazione formatori sui webinar. Puoi farla con la piattaforma preferita o preferita dai clienti, facendo un corso con qualunque  formatore di fiducia, anche con me😁 , ma il momento è adesso.

 

– – – – – – – – – – – – – –

Per provare un breve percorso di formazione o coaching,  scrivimi. Se no puoi sempre leggere il mio manuale dove ho condensato ormai trent’anni vissuti DAVANTI A TUTTI.

#parlaredavantiatutti, #publicspeaking parlareinpubblico #formatorionline tecnicidavantiatutti

 

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *