gestire gli imprevisti

Parlare in pubblico, gestire gli imprevisti

Gestire gli imprevisti: S. Jobs

Gestire gli imprevisti nel public speaking significa; abbandonare la pianificazione e passare all’improvvisazione, senza perdere la calma, né far finta di nulla. Da scrivere è facile, da fare meno, molto meno. Ma intanto un annuncio:

Presentazione


Presso Talent Garden si terranno a gennaio due presentazioni di “Davanti a tutti” e workshop di Public Speaking .
A Milano dalle 18.30:
– 24/1/2017 presso la sede di Via Merano, 16 (clicca qui per prenotare)
– 27/1/2017 Via Arcivescovo Calabiana, 6 (clicca qui per prenotare )


Torniamo agli imprevisti, vorrei mostrarti alcuni esempi positivi e negativi nei prossimi post, cominciamo da un grande delle presentazioni: Steve Job. Oltre ad essere una grande oratore era anche una persona notoriamente irascibile e perfezionista. Diventa così doppiamente interessante vederlo gestire gli imprevisti in questo filmato.

Siccome il filmato è in inglese descrivo brevemente quello che succede: Steve Jobs sta presentando un prodotto e vuol dare una demo che prevede il collegamento a internet. Il collegamento è così lento che non è possibile procedere. Fa qualche commento sull’imprevedibilità delle tecnologie, invita a spegnere qualche Wi-Fi e va avanti con la presentazione.

Dopo 20 minuti la causa si svela, alla wi-fi della sala si sono agganciati 570 ospiti. E a questo punto trasforma la disavventura in un evento, che vivacizza la serata:

  • Per prima cosa sottolinea indirettamente che la colpa è del pubblico (“non possiamo gestire così tanti collegamenti“),
  • poi chiede al pubblico se vuole rinunciare a una demo “realy great“, veramente grande,
  • dopo aver ricevuto l’immancabile applauso, da le seguenti istruzioni: “Adesso accendiamo le luci, ognuno spenga il lap top e lo appoggi per terra, poi controlli che l’abbiano fatto i vicini,
  • a questo punto il pubblico anziché essere disturbato dalla situazione, ride e si diverte mentre le persone si controllano a vicenda,
  • passa mezz’ora prima che siano stati spenti tutti i dispositivi, intanto Jobs è sul palco che fa dei commenti salaci e scherzosi (“Io ho tempo”).

Facile? Per niente, ma trasformare l’imprevisto in evento è la miglior scelta. Nei prossimi pot esamineremo altri modi di gestirli, magari non altrettanto spettacolari ma efficaci.

PS non è per insistere ma i posti sono limitati e se vuoi voi saperne di più sul “Davanti a tutti” e assistere alla presentazione, clicca qui

 


Ottieni subito un estratto di Davanti a Tutti!
Compila i campi qui sotto per ricevere gratuitamente un estratto del mio nuovo manuale dedicato al Public Speaking.
Legge 675/96 e successive modifiche. Con la richiesta si acconsente all'iscrizione alla newsletter di Davanti a tutti. Sarà possibile annullare l'iscrizione in qualunque momento.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *