i primi dieci secondi: Teresa May cambia stile

I primi dieci secondi nel public speaking

Troverai molti siti, post o libri che sottolineano l’importanza delle prime battute, dell’incipit o dei primi minuti. Ho sempre sostenuto che i secondi cruciali, quel magico periodo in cui il giudizio del pubblico su di te è ancora sospeso, non cominciano quando apri la bocca, ma partono da quando il pubblico può vederti. Contano quindi molto il passo, l’espressione, il sentimento con cui arrivi al palco. Theresa May sembra aver imparato la lezione.

L’antefatto

Theresa May era stata ampiamente criticata perchè filmata a ballare con dei bambini durante una visita in Africa. Da tempo è sotto tiro per le bugie su cui si è fondata la vittoria della Brexit e per la disastrosa gestione dei negoziati con la UE.

Poteva benissimo non reagire alle critiche, per una volta direi ingiuste, relative alla sua scarsa grazia dimostrata nei balli coi bambini e invece ha reagito alla grande.

Il congresso Tory

Al congresso dei Tory 2018, la Prima Ministra fa il suo ingresso accompagnata dalla musica degli Abba. Più precisamente ha fatto risuonare Dancing Queen (La regina danzante) e già il titolo dice qualcosa. A questo punto Theresa May entra “ballando” in sala. La notizia fa il giro del mondo e per una volta riesce a far parlare di sé senza che ci sia bisogno di esplorare un presente problematico e un futuro fosco.

Le reazioni

Ovviamente è stata aspramente criticata dalle opposizioni. In particolare è stata accusata di usare una tecnica, ben nota anche in Italia, che in inglese si chiama Dead Cat. Consiste nel parlare di un argomento emotivamente toccante, come la morte del gatto, per evitare di parlare dei problemi sul tavolo (di questa tecnica abbiamo dei maestri locali). Altri sparano a zero, come il comico e regista Stewart Lee, che sul quotidiano liberal The Guardian, scrive :

… Theresa May prancing uneasily to an Abba record, like a mantis with an inner ear infection.

…Theresa May che saltella a disagio su un disco degli Abba, come una mantide con un’infezione all’orecchio interno”

In generale, nonostante la sua scarsa grazia nel ballo, ci ha guadagnato, e parecchio, con questo ingresso. Si è tolta di dosso in un colpo gli sfottò sul suo viaggio Africano, ha superato la sua immagine di grigia politica ed è stata molto apprezzata all’interno del suo partito (l’autoironia è una dote apprezzata in Inghilterra). Sopratutto è riuscita a catturare e mantenere l’attenzione del suo pubblico, per una volta senza dover demonizzare qualcuno: UE o opposizione che dir si voglia.

Vorrei ricordarti che esistono due libri che insieme danno un quadro completo delle abilità che servono per parlare in pubblico, compresa la gestione dei primi dieci secondi: Davanti a tutti, manuale di Public Speaking, per chi voglia approfondire questo tema in tutti i suoi aspetti e Persuadere parlando in pubblico per chi volesse sviscerare il tema della persuasione.  Se poi la data del tuo speech fosse già fissata e volessi un aiuto subito, scrivimi, troveremo la soluzione più adatta.

Ottieni gli estratti di "Davanti a Tutti" e "Persuadere parlando al pubblico"!
Compila i campi qui sotto per ricevere gratuitamente un estratto del mio nuovo manuale dedicato al Public Speaking.
Legge 675/96 e successive modifiche. Con la richiesta si acconsente all'iscrizione alla newsletter di Davanti a tutti. Sarà possibile annullare l'iscrizione in qualunque momento.